20190219_110025

Al via la seconda fare dei lavori di ampliamenti e riqualificazione del Policlinico San Marco

Zingonia — 20 febbraio- È stato siglato ieri il contratto di appalto grazie al quale prenderà avvio la seconda grande fase di lavori del più ampio progetto di ristrutturazione e ampliamento del Policlinico San Marco di Zingonia -Osio Sotto. Quest’opera, iniziata nel 2012, sarà consegnata in due anni, nel mese di marzo 2021.

Un intervento interamente sostenuto dagli Istituti Ospedalieri Bergamaschi del Gruppo San Donato e che complessivamente costerà oltre 20 milioni e mezzo di euro, che si aggiungono ai 35 milioni di euro già spesi per la prima fase ormai conclusa.

Si tratta anche di un’opportunità significativa per le aziende del territorio: sono coinvolte in prima linea tutte imprese bergamasche e per l’occasione è stata costituita un’associazione temporanea di imprese (ATI) tra CRS Impianti Srl Di Gorle e Vanoncini Spa di Mapello.

Bergamaschi sono anche gli architetti e ingegneri che hanno contribuito alla progettazione e direzione lavori: Guido Dell’Acqua, Alessandro Mascheroni, Glauco Von Wunster e Donato Musci.

I lavori porteranno alla realizzazione di un nuovo edificio di sei piani, per 10.000 metri quadrati di superficie e 30.000 metri cubi di volume.

<> dice l’avvocato Nicola Grigoletto, presidente degli Istituti Ospedalieri Bergamaschi. <>.

<> continua il dottor Francesco Galli, amministratore delegato degli Istituti Ospedalieri Bergamaschi. <>.

La sigla del nuovo appalto è stata anche l’occasione per la consegna ufficiale di fine lavori della prima fase di ristrutturazione e ampliamento del Policlinico, la cui struttura, in 6 anni, è significativamente rinnovata. Sono stati infatti realizzati quattro nuovi edifici dedicati al Pronto Soccorso, alla Terapia Intensiva, ai blocchi operatori, al nuovo CUP, alla Radioterapia e quello dei servizi; inoltre sono state ristrutturate tutte le aree ambulatoriali, il servizio di emodinamica, l’endoscopia e la palestra.

Alla firma sono intervenuti per gli Istituti Ospedalieri Bergamaschi, l’Avvocato Nicola Grigoletto e il dottor Francesco Galli, assistiti dall’Avvocato Lorenzo Gentiloni Silveri, Avvocato Emanuele Artuso, Avvocato Emanuela Procario, Avvocato Nicola Toffanin, dello Studio Legance — Avvocati Associati; in rappresentanza delle due imprese, Stefano Civettini, Amministratore unico di CRS Impianti Srl, e Marco Vanoncini, Legale rappresentante di Vanoncini Spa, assistiti dall’Avvocato Stefania Baranca dello Studio Legale Capelli & Baranca; per i progettisti l’architetto Guido Dell’Acqua, l’architetto Alessandro Mascheroni dello Studio Mascheroni e Associati, l’architetto Glauco Von Wunster e l’ingegner Donato Musci dello Studio Bosi & Associati.

ЧИТАТЬ ВСЕ

ЧРС Импьянти создает солнечную панель «под стеклом»

Лучше поздно, чем никогда. Вся Италия, с большим опозданием по сравнению с остальной Европой в отношении возобновляемой энергии, пытается встать на ноги и в этот кризисный период, когда необходимо снова начинать с основ, ЧРС Импьянти из Горле уже почти на протяжении 20 лет несет свою идею развития экоэнергетики и машиностроения в соответствии с самыми смелыми технологическими инновациями. Подобно солнечной панели «под стеклом», которая вставляется в выемок обычного оконного стекла, последняя находка компании, которая может стать успешным приложением будущего, «потому что таким образом – объясняют в ЧРС — очень тонкая панель не подвергается поломкам, износу или загрязнению, всегда гарантируя оптимальный возврат при производстве энергии».

ЧИТАТЬ ВСЕ